Cerca
logo cinque gusti

Braai: la carne alla griglia che unisce il Sud Africa

braai la carne alla griglia che unisce il sudafrica cinque gusti food magazine
Di cosa parla questo articolo

Cucinare carne alla griglia (Braai) è una delle poche esperienze condivise in tutta l’Africa meridionale, una tradizione che attraversa le divisioni razziali e di classe.

Di solito è chiamato braai, che nella lingua locale significa griglia, ma la parola evoca molto più di questo tradizionale stile di cucina. Per questo è nata un’idea potente, capace di legare indissolubilmente le persone del posto.

National Braai Day

Il 24 settembre, milioni di sudafricani celebrano il National Heritage Day, noto anche come National Braai Day. Questa giornata riconosce quelle differenze condivise che rendono il popolo intrinsecamente sudafricano.

Simbolicamente, la provincia del KwaZulu-Natal ha svolto un ruolo fondamentale nel riconoscere questo giorno nella storia del Sudafrica.

Prima del raggiungimento della democrazia nel 1994, il 24 settembre veniva commemorato ogni anno in KZN come King Shaka Day, una festa provinciale in onore del leggendario re Zulu.

All’inizio degli anni ’90, quando il governo di unità nazionale iniziò a redigere quella che sarebbe poi diventata la Costituzione, il giorno non fu preso in considerazione nel disegno di legge sui giorni festivi. Ciò ha fatto arrabbiare l’Inkatha Freedom Party (IFP) a maggioranza zulu, che si è rifiutato di firmare il disegno di legge a meno che il giorno non fosse incluso e riconosciuto come festa nazionale.

Per raggiungere un compromesso, la data è stata ribattezzata Heritage Day e inclusa nel disegno di legge, con l’obiettivo finale del governo di generare unità nella diversità.

Il King Shaka Day è ancora celebrato ogni anno dagli Zulu nella provincia nel suo luogo di sepoltura a KwaDukuza (a nord di Durban), dove il guerriero Zulu fu sepolto nel 1828 dopo essere stato assassinato dai suoi fratellastri Dingane e Mhlangana.

Secondo la missione del National Braai Day, l’obiettivo è incoraggiare tutti i sudafricani a unirsi intorno al fuoco, condividere l’eredità comune e sventolare la bandiera il 24 settembre di ogni anno.

Il fondatore del Braai Day Jan Scannell (popolarmente noto come Jan Braai) afferma che lo scopo della campagna è celebrare attivamente un’eredità sudafricana condivisa.

Nel 2007, l’arcivescovo emerito Desmond Tutu è stato nominato portavoce nazionale della campagna.

La Giornata del Patrimonio funge da importante promemoria del passato e da dove viene il popolo. Qualcosa che l’ex presidente Nelson Mandela ci ha ricordato in un discorso della Giornata del Patrimonio del 1996, che è ancora valido oggi: “Quando il nostro primo governo democraticamente eletto ha deciso di rendere la Giornata del patrimonio una delle nostre giornate nazionali, lo abbiamo fatto perché sapevamo che il nostro ricco e variegato patrimonio culturale ha un potere profondo per aiutare a costruire la nostra nuova nazione”.

 

La preparazione del Braai

Che sia estate o inverno il barbecue per cuocere carne alla griglia in Sud Africa è sempre cosa gradita! In giardino, sulla spiaggia, nei parchi, a casa, insomma, il Braai si può fare ovunque ed è qualcosa di particolarmente sacro per la cultura sudafricana.

Quando sei invitato ad un Braai in Sud Africa è buona educazione presentarsi con bevande e carne da grigliare.

A proposito di cottura, viene effettuata solo con legna (nessuna aggiunta di carbone o accendifuoco). Si tratta di un rituale esclusivamente maschile, mentre le donne hanno il compito di cucinare i contorni con i quali gustare la carne.

La cultura Sud Africana dedica un vero e proprio culto ai piatti a base di carne e qualsiasi tipologia può essere cucinata al Braai. Il piatto forte, però, è senza dubbio il boerewors: una salsiccia di carne di manzo, agnello o maiale arrotolata e  impreziosita con spezie e grigliata lentamente sulla brace.

Prima di gustare la tua carne alla brace, puoi decidere di condirla semplicemente con sale e pepe oppure farla marinare con la tipica salsa locale Monkeygland fatta con aglio, zenzero, salsa di soia, ketchup, senape e cipolla.

Il pane migliore da accompagnare alla carne del Braai? Biltong e Roosterkoek: pane tradizionale del Sud Africa.

 

Un evento sacro che unisce il Sud Africa

Il Braai è un vero e proprio stato d’animo per i sudafricani che almeno una volta alla settimana si dedicano una buona carne grigliata. Generalmente il Braai viene allestito in giardino o sul patio di casa. Sarà sempre il padrone di casa ad occuparsi della carne dall’inizio alla fine della cottura. Tutti però sono coinvolti nell’esperienza del Braai: attorno al fuoco ci si racconta storie e si vivono momenti di convivialità che fortificano il retaggio culturale e l’appartenenza dell’individuo al nucleo.

Cose da sapere prima di partecipare ad un Braai

  • I Braai si svolgono generalmente nei fine settimana dalle 16:00 fino a notte inoltrata
  • Non è possibile mangiare la carne finché non sarà tutta cotta
  • Se partecipi ad un “Bring and Braai” dovrai portare tutto da casa (bevande e carne) e usufruire della cottura alla brace a casa di colui che ti ha invitato.

 

 

 

 

 

 

cuochipedia enciclopedia degli chef
Cuochipedia è il primo social dedicato esclusivamente ai cuochi ai pasticcieri e ai pizzaioli per promuovere i propri prodotti

Clicca qui per iscriverti
marco ilardi direttore artistico rassegna letteraria book wine and food
Rassegna letteraria Book Wine and food direttore artistico Marco Ilardi
marco ilardi direttore cinque gusti giudice campionati italiani di pizza doc
Marco Ilardi direttore di Cinque gusti giudice dal 2021 dei campionati mondiali di pizza DOC
marco ilardi autore la spunta blu
Leggi La spunta blu il nuovo libro di Marco Ilardi
marco ilardi autore del libro digital food
Leggi Digital food il libro del direttore Marco Ilardi con nuove idee tecnologiche per tutti gli addetti del settore Horeca
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef
libro marco ilardi
Digital Food il libro di Marco Ilardi
marco ilardi premio cinque stelle oro cucina italiana associazione italiana cuochi
Il nostro direttore Marco Ilardi premio cinque stelle d'oro della cucina italiana 2023 della Associazione Italiana Cuochi
microkast il podcast di marco ilardi
Segui MicroKast il podcast di Marco Ilardi su food marketing e tecnologia
Potrebbe interessarti anche
Contenuti riservati a Cinque gusti