Cerca
logo cinque gusti

Il Guanto Caleno: un tesoro dolciario di Calvi Risorta

guanto caleno pietro valle calvi risorta
Di cosa parla questo articolo

Nel cuore della provincia di Caserta, a Calvi Risorta, si custodisce un prezioso patrimonio dell’enogastronomia dolciaria campana: il Guanto Caleno. Questo dolcetto, tradizionale della frazione di Zuni, è una vera e propria celebrazione di sapori e storia, una perla gastronomica che merita di essere conosciuta e preservata.

La sagra del guanto caleno, che si tiene ogni anno a Maggio a Calvi Risorta, attira ogni anno tantissimi visitatori.

Cerchiamo di scoprire qualcosa in più su questa prelibatezza campana.

Origini Storiche e Tradizione

Il Guanto Caleno affonda le sue radici nel ‘700, nato dalle mani sapienti di una donna di Zuni per un barone locale. Questa specialità è stata, da allora, gelosamente tramandata di generazione in generazione. Un gruppo di donne della zona, vere custodi di questa tradizione, continua a preparare questi dolcetti esclusivamente su commissione, utilizzando il “guantaruolo”, uno strumento caratteristico a forma di rotella dentellata.

Si chiamano così perché una di queste donne tagliando la pasta per dolci ed avvolgendole sulla mano disse che sembrava proprio un guanto.

La Ricetta: Un Equilibrio di Semplicità e Sapore

La preparazione del Guanto Caleno si presenta come un rituale di semplicità e maestria in particolare in occasione dei matrimoni.

Gli ingredienti di base – liquore all’anice, scorza e succo di limone – vengono miscelati con farina per ottenere un impasto morbido e non appiccicoso. Dopo un riposo di 30 minuti, l’impasto viene lavorato con il matterello e trasformato in strisce smerlate, ripiegate ad anello. Il segreto della loro inconfondibile consistenza risiede nella frittura in olio di semi a circa 170 °C, che dona ai guanti caleni quella loro inconfondibile croccantezza esterna con un cuore morbido e profumato.

Pietro Valle e la Conservazione della Tradizione

In questo contesto di riscoperta e valorizzazione delle tradizioni locali, emerge la figura di Pietro Valle, uno chef di Calvi Risorta, titolare del ristorante Dogana Calena, impegnato nel preservare e divulgare la ricetta originale del Guanto Caleno.

Pietro Valle, uno chef di Calvi Risorta, ha intrapreso un’impresa che supera i confini della semplice cucina, trasformandosi in un vero e proprio ambasciatore della tradizione culinaria locale. La sua missione va oltre la preparazione dei deliziosi Guanti Caleni; si tratta di un progetto educativo e culturale che mira a radicare questa tradizione nelle nuove generazioni.

Educazione e Tradizione: Un Binomio Vincente

Valle ha ideato e promosso un progetto educativo di grande valore. L’obiettivo è portare la conoscenza e l’arte della preparazione del Guanto Caleno nelle scuole e negli istituti alberghieri. La sua iniziativa non si limita a insegnare le tecniche di preparazione, ma si estende a trasmettere la storia, la cultura e il significato che questo dolce rappresenta per la comunità di Calvi Risorta.

Un Progetto Ambizioso: Dal Locale al Globale

Il progetto di Pietro Valle ha una visione ambiziosa. Non si limita a conservare e divulgare la tradizione del Guanto Caleno a livello locale, ma mira a estenderne la conoscenza e l’apprezzamento a livello provinciale e, idealmente, anche oltre i confini regionali e nazionali. Lo chef si propone di fare del Guanto Caleno non solo un emblema di Calvi Risorta, ma un simbolo riconosciuto e apprezzato della dolciaria italiana nel mondo.

Formazione e Sostenibilità della Tradizione

progetto enogastronomico di pietro valle sul guanto caleno
progetto enogastronomico di Pietro valle sul guanto caleno

Il lavoro di Valle non si concentra solo sull’aspetto pratico della preparazione del dolce, ma anche sul suo significato culturale e storico. Educando gli studenti, lo chef assicura che la ricetta originale non sia solo preservata, ma anche arricchita e adattata dai futuri professionisti del settore.

In questo modo, la tradizione del Guanto Caleno non rimane ancorata al passato, ma diventa una tradizione vivente, capace di evolversi e di essere reinterpretata, senza perdere la sua essenza.

Pietro Valle, con il suo impegno e la sua passione, sta scrivendo un capitolo importante nella storia gastronomica di Calvi Risorta.

Il suo lavoro di chef e educatore sta gettando le basi per una nuova generazione di cuochi che non solo sapranno come preparare il Guanto Caleno, ma comprenderanno e valorizzeranno il patrimonio culturale che esso rappresenta.

Grazie a figure come Pietro Valle, la dolciaria italiana continua a essere non solo un piacere per il palato, ma anche un importante veicolo di storia, cultura e identità.

Un Simbolo di Festività e Convivialità

I guanti caleni non sono solo una prelibatezza, ma un simbolo di festività e convivialità. Tipicamente preparati per il Carnevale e per occasioni speciali come feste patronali, battesimi, comunioni e nozze, rappresentano un elemento di unione e celebrazione, un ponte tra passato e presente.

Conclusione

Il Guanto Caleno di Calvi Risorta è più di un dolce: è un esempio di come la gastronomia possa essere veicolo di storia, cultura e tradizioni. La dedizione di figure come Pietro Valle nel preservare queste tradizioni è fondamentale per mantenere viva la ricchezza del patrimonio culinario italiano, una ricchezza che merita di essere conosciuta, apprezzata e, soprattutto, gustata.

cuochipedia enciclopedia degli chef
Cuochipedia è il primo social dedicato esclusivamente ai cuochi ai pasticcieri e ai pizzaioli per promuovere i propri prodotti

Clicca qui per iscriverti
marco ilardi direttore artistico rassegna letteraria book wine and food
Rassegna letteraria Book Wine and food direttore artistico Marco Ilardi
marco ilardi direttore cinque gusti giudice campionati italiani di pizza doc
Marco Ilardi direttore di Cinque gusti giudice dal 2021 dei campionati mondiali di pizza DOC
marco ilardi autore la spunta blu
Leggi La spunta blu il nuovo libro di Marco Ilardi
marco ilardi autore del libro digital food
Leggi Digital food il libro del direttore Marco Ilardi con nuove idee tecnologiche per tutti gli addetti del settore Horeca
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef
libro marco ilardi
Digital Food il libro di Marco Ilardi
marco ilardi premio cinque stelle oro cucina italiana associazione italiana cuochi
Il nostro direttore Marco Ilardi premio cinque stelle d'oro della cucina italiana 2023 della Associazione Italiana Cuochi
microkast il podcast di marco ilardi
Segui MicroKast il podcast di Marco Ilardi su food marketing e tecnologia
Potrebbe interessarti anche
Contenuti riservati a Cinque gusti