Cerca
logo cinque gusti

Il whisky di Michael Bublé è “onesto”

spirito del tempo asta Macallan Single Highland Malt Scotch Whisky
Di cosa parla questo articolo

All’inizio di novembre è stato lanciato Fraser & Thompson, il whisky di Michael Bublé. Con questa miscela da 84 gradi di liquori di cereali americani e canadesi, Bublé dà il suo nome a qualcosa di veramente unico. È anche piacevolmente onesto riguardo al suo coinvolgimento nel marchio emergente.

“Una delle cose che preferisco nel fare questo è non sapere di cosa sto parlando”, dice al blog statunitense Food and Wine, con una consapevolezza di sé impenitente. “Sono solo un ragazzo canadese amante dell’hockey che ha avuto la fortuna di collaborare con nerd del whisky incredibilmente fantastici.”

Il nerd chiave nell’accordo è il collega – e ora socio in affari – Paul Cirka con la sua distilleria Heaven Hill. Nel 2014, il veterano del settore degli alcolici ha aperto un’omonima distilleria artigianale a Montreal. Da quel momento, ha accumulato instancabilmente una scorta di alcuni dei migliori whisky di segale e mais nati e invecchiati a nord del confine. Bublé si è imbattuto per la prima volta nel brand nell’anno 2020, quando il suo manager gli ha portato alcune casse e gli ha suggerito di diventare ambasciatore dell’etichetta. Il gusto del whisky, però, lo ha stregato così tanto da fargli contattare il proprietario del marchio e chiedergli di dar vita ad una vera e propria collaborazione per creare un whisky che portasse il suo nome.

Quando gli viene chiesto di paragonare Fraser & Thompson a uno stile musicale specifico, Bublé non esita a citare alcuni dei suoi idoli iconici: Frank Sinatra, Dean Martin e Bobby Darin. In altre parole, pensa di offrire in bottiglia qualcosa di indiscutibilmente classico.

Cos’è il whisky?

Il whisky è una bevanda alcolica distillata ottenuta principalmente dalla fermentazione di cereali come orzo, segale, mais o grano. Questi cereali vengono macinati, mescolati con acqua e lievito per avviare il processo di fermentazione. Successivamente, la miscela fermentata viene distillata e invecchiata in botti di legno, generalmente di quercia.

Durante il processo di invecchiamento, il whisky ottiene parte del suo sapore, colore e aroma dalle botti di legno in cui viene conservato. I diversi tipi di whisky possono variare significativamente in base ai tipi di cereali utilizzati, al processo di produzione e all’area geografica in cui vengono realizzati. Ad esempio, il whisky scozzese, irlandese, americano e giapponese hanno caratteristiche distintive dovute alle diverse tradizioni di produzione e agli ingredienti utilizzati.

Fasi di produzione del whisky

La produzione del whisky attraversa diverse fasi, ognuna delle quali contribuisce alla formazione del suo carattere e del suo sapore distintivo. Le principali fasi di produzione del whisky includono:

  • Macerazione: il processo inizia con la selezione e la macerazione dei cereali (come orzo, segale, mais o grano). In alcune varianti di whisky, l’orzo viene fatto germinare e poi essiccato in un processo chiamato maltazione.
  • Fermentazione: i cereali macerati vengono mescolati con acqua e lievito per avviare il processo di fermentazione. Durante questa fase, i carboidrati presenti nei cereali si trasformano in alcol etilico e anidride carbonica.
  • Distillazione: il liquido fermentato, chiamato “wort”, viene sottoposto a un processo di distillazione in alambicchi. Questo processo comporta il riscaldamento del liquido per estrarre l’alcol etilico e altri composti volatili, separandoli dagli altri elementi.
  • Invecchiamento: il liquido distillato, noto come “new make spirit”, viene invecchiato in botti di legno, generalmente di quercia. Durante questo periodo, il whisky acquisisce caratteristiche uniche dal legno, sviluppando colore, aroma e sapore.
  • Maturazione: dopo un periodo di invecchiamento che può durare diversi anni, il whisky viene mescolato o miscelato per ottenere un profilo di gusto desiderato. Questo processo può coinvolgere anche il trasferimento del whisky in diverse botti per ulteriori fasi di invecchiamento.
  • Imbottigliamento: il whisky viene infine imbottigliato e preparato per la distribuzione. Alcune distillerie possono diluire il whisky con acqua prima dell’imbottigliamento per raggiungere la gradazione alcolica desiderata.

Queste fasi di produzione influenzano il profilo aromatico, il colore e il sapore del whisky finale, e ognuna di esse è cruciale per la creazione di diverse varianti di questa bevanda alcolica.

 

cuochipedia enciclopedia degli chef
Cuochipedia è il primo social dedicato esclusivamente ai cuochi ai pasticcieri e ai pizzaioli per promuovere i propri prodotti

Clicca qui per iscriverti
marco ilardi direttore artistico rassegna letteraria book wine and food
Rassegna letteraria Book Wine and food direttore artistico Marco Ilardi
marco ilardi direttore cinque gusti giudice campionati italiani di pizza doc
Marco Ilardi direttore di Cinque gusti giudice dal 2021 dei campionati mondiali di pizza DOC
marco ilardi autore la spunta blu
Leggi La spunta blu il nuovo libro di Marco Ilardi
marco ilardi autore del libro digital food
Leggi Digital food il libro del direttore Marco Ilardi con nuove idee tecnologiche per tutti gli addetti del settore Horeca
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef
libro marco ilardi
Digital Food il libro di Marco Ilardi
marco ilardi premio cinque stelle oro cucina italiana associazione italiana cuochi
Il nostro direttore Marco Ilardi premio cinque stelle d'oro della cucina italiana 2023 della Associazione Italiana Cuochi
microkast il podcast di marco ilardi
Segui MicroKast il podcast di Marco Ilardi su food marketing e tecnologia
Potrebbe interessarti anche
Contenuti riservati a Cinque gusti